Lo spermiogramma

Quando e perchè effettuare lo spermiogramma

Per l’uomo lo spermiogramma rappresenta l’esame di primo livello per l’individuazione dei disturbi legati allo stato e alla funzionalità degli spermatozoi in vista del concepimento.
L’interpretazione dei risultati del test spetta all’Andrologo.
Spesso inoltre lo spermiogramma viene richiesto e valutato dallo specialista chirurgo per decidere se intervenire con l’operazione al varicocele oppure no.

laboratorio-san-giorgio-test-analisi-esame-spermiogramma-spermatozoi-andrologia-1

Il liquido seminale

Gli spermatozoi, cellule riproduttive maschili, sono costituite da una testa, una sezione centrale ed una coda.
Gli spermatozoi in condizioni normali sono mobili e vitali e si spostano in avanti attraverso lo sperma. All’interno del corpo femminile, questa capacità permette loro di raggiungere l’ovocita femminile e fecondarlo.

laboratorio-san-giorgio-test-analisi-esame-spermiogramma-spermatozoi-andrologia-2

Cos’è lo spermiogramma?

Analisi macroscopica
Del liquido seminale si analizzano:
• Volume: una quantità scarsa potrebbe essere indice di un blocco parziale o completo delle vescichette seminali o
la loro assenza congenita (dalla nascita) e generare problemi di infertilità.
• Viscosità: condizioni di viscosità diminuita potrebbero essere indice di scarsa quantità di spermatozoi.
• pH: l’eiaculazione acida potrebbe indicare blocco delle vescichette seminali, al contrario un’eiaculazione alcalina potrebbe indicare un’infezione.
• Aspetto: il colore del liquido seminale è normalmente grigio opalescente. Un aspetto lattescente, specialmente se accompagnato da un ridotto volume e un pH acido, può riflettere un danno a carico delle vescichette seminali, un aspetto giallognolo è indice di una contaminazione urinaria ed uno rossastro potrebbe essere indice di presenza di sangue nel campione.

Analisi microscopica
Del liquido seminale si analizzano:
• Concentrazione degli spermatozoi (densità o conta spermatica) e numero totale di spermatozoi (conteggio spermatico totale): un numero di spermatozoi normali consente una buona probabilità di riuscita della fecondazione da parte degli stessi dell’uovo. La conta o concentrazione spermatica misura la concentrazione degli spermatozoi nell’unità di volume (in genere 1 mL), mentre il conteggio spermatico totale è la conta spermatica moltiplicata per il volume dell’eiaculato.
• La presenza di globuli bianchi, di emazie, batteri, cellule epiteliali e cellule rotonde.

Motilità: la motilità degli spermatozoi può essere di tre gradi diversi:
• Spermatozoi con motilità progressiva: sono le cellule che si muovono da un punto all’altro, sia velocemente, che lentamente.
• Spermatozoi con motilità non progressiva: gli spermatozoi si muovono in situ e non procedono in avanti, ma rimangono fermi.
• Spermatozoi immobili: sono quelli privi di qualunque motilità e spostamento.
Vitalità: è un parametro che viene valutato microscopicamente, mediante la colorazione con eosina. Non sempre un campione ricco di spermatozoi risulta essere vitale, viceversa campioni poveri dal punto di vista cellulare potrebbero essere vitali, di conseguenza la probabilità di fecondazione risulta essere più elevata.

Morfologia:
I criteri dell’OMS (ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA’) per la morfologia degli spermatozoi stabiliti nel 2010 definiscono normale un campione in cui, tra gli spermatozoi osservati, il 4% o più ha morfologia normale.
La morfologia è un fattore predittivo delle possibilità di fecondazione in vitro degli ovociti. Fino al 10% degli spermatozoi ha difetti visibili; gli spermatozoi difettosi sono svantaggiati ai fini della capacità di fecondare un ovocita e i difetti morfologici possono riguardare la testa, il tratto intermedio e la coda.

Per l’esecuzione dell’esame è necessaria la prenotazione presso la sede centrale del Laboratorio Analisi Mediche San Giorgio a San Genesio ed Uniti, telefonando al numero 0382/580556, nei seguenti orari: 10:30-14:30, tutti i giorni, escluso il sabato e chiedere della Dott. ssa Spelta oppure della Dr.ssa Lagorio.
Osservare un periodo di astinenza dai rapporti sessuali di 3-5 giorni; periodi più brevi o più lunghi possono causare alterazioni del numero o della motilità degli spermatozoi.
Raccogliere il campione completamente, in un contenitore sterile e con cura dopo un’accurata igiene dell’area genitale e delle mani.
Se il campione viene raccolto presso il proprio domicilio, deve essere consegnato presso la sede centrale del Laboratorio Analisi Mediche San Giorgio a San Genesio ed Uniti, via San Riccardo Pampuri, 1, previa prenotazione e non oltre 30 – 45 minuti dalla raccolta.
Conservare il campione di sperma durante il trasporto, a 37°C, o ad una temperatura il più vicina possibile a quella corporea, ( ad esempio in una tasca vicino al corpo).