Laboratorio Analisi Mediche San Giorgio | P.IVA 00834060188|info@lam-sangiorgio.it

Esame H4E per la diagnosi precoce del Carcinoma Ovarico

Il Laboratorio Analisi Mediche San Giorgio dal mese di Ottobre effettuerà l’esame HE4, proteina 4 dell’epidimo umano.

L’esame è essenziale per effettuare la diagnosi precoce del carcinoma ovarico.

Diagnosi precoce e monitoraggio del carcinoma ovarico

Il carcinoma ovarico è la quarta causa più comune di decesso per tumore nelle donne di tutto il mondo. Esso rappresenta la forma più letale di carcinoma ginecologico ed è potenzialmente curabile se diagnosticato in tempo. Alti livelli di secrezione di HE4 possono essere rilevati nel siero di pazienti affette da carcinoma ovarico. Il nuovo marker tumorale contribuisce a migliorare la valutazione del rischio di carcinoma ovarico epiteliale.

HE4: un marker precoce e sensibile per la diagnosi del carcinoma ovarico

Nella fase I della malattia, la fase precoce ed asintomatica, l’HE4 ha avuto la maggiore sensibilità, come unico marker tumorale, per la diagnosi del carcinoma ovarico. Il CA 125, combinato all’HE4, ha prodotto la maggiore sensibilità con specificità compresa tra il 76,4% ed il 95%. Se comparato al CA 125, l’HE4 si è inoltre dimostrato più sensibile nelle prime fasi del carcinoma
dell’endometrio. Un elevato livello sierico di HE4 con CA 125 normale potrebbe suggerire la presenza di carcinoma ovarico o di altro tipo di tumore (ad esempio del carcinoma dell’endometrio).

HE4 e CA 125 per migliorare il monitoraggio del carcinoma ovarico

L’HE4 può essere utilizzato per monitorare lo stato della malattia nelle pazienti affette da carcinoma ovarico (secondo quanto evidenziato dalla TAC). I livelli di HE4 sono correlati alla risposta clinica alla terapia o allo stato di recidiva in donne diagnosticate con carcinoma ovarico. L’HE4 può essere un importante indicatore precoce per la recidiva della malattia. Nella maggior parte delle pazienti affette da carcinoma ovarico, entrambi i marcatori sono espressi in quantità significative. Vi sono tuttavia pazienti che risultano positive solamente per uno dei biomarcatori HE4 o CA 125. L’utilizzo combinato di CA 125 e HE4 può facilitare la diagnosi di recidiva della malattia, riducendo il numero di pazienti che risultano negative ai biomarcatori e fornendo una maggiore accuratezza diagnostica.

Risultati dello studio di valutazione multicentrica svolto da Roche

L’efficacia dell’algoritmo ROMA per la stima del rischio di carcinoma ovarico epiteliale in pazienti che presentano una massa pelvica, è stata determinata in uno studio clinico multicentrico internazionale che ha utilizzato campioni d’archivio misurati con i test Elecsys HE4 ed Elecsys CA 125 II. In uno studio prospettico basato sul valore ROMA, che includeva un totale di 384 pazienti, sono state determinate, sia la probabilità predittiva per carcinoma ovarico che la capacità di ROMA di stratificare la popolazione in gruppi ad alto e basso rischio di trovare un carcinoma ovarico epiteliale.

Stratificazione in gruppi a basso rischio e ad alto rischio

L’algoritmo ROMA è stato usato per la stratificazione in gruppi di rischio di trovare un carcinoma epiteliale ovarico. Di seguito sono riportati i cut-off utilizzati per garantire un livello di specificità del 75% per la combinazione di test Elecsys HE4 ed Elecsys CA 125 II:
Donne in premenopausa
Valore ROMA > = 11.4 % = Alto rischio di trovare un carcinoma ovarico epiteliale
Valore ROMA < 11.4 % = Basso rischio di trovare un carcinoma ovarico epiteliale
Donne in postmenopausa
Valore ROMA > = 29.9 % = Alto rischio di trovare un carcinoma ovarico epiteliale
Valore ROMA < 29.9 % = Basso rischio di trovare un carcinoma ovarico epiteliale

Il test NON è mutuabile. Per prenotazioni e informazioni contatta uno dei nostri Laboratori cliccando qui.

2018-01-31T18:25:49+00:00