Laboratorio Analisi Mediche San Giorgio | P.IVA 00834060188|info@lam-sangiorgio.it
Emocultura 2017-07-31T14:01:44+00:00

EMOCULTURA

E’ possibile scaricare il documento PDF stampabile relativo alle operazioni da compiere per il corretto prelievo e conservazione dei campioni da consegnare.

EMOCULTURA

Attenzione! Al fine di ridurre il rischio di contaminazione del materiale biologico durante la procedura di raccolta dei campioni è necessario osservare la massima attenzione nella preparazione del flacone e nell’inoculo del campione. Non utilizzare flaconi di coltura che presentino terreni torbidi, eccessiva pressione di gas o un sensore di colore giallo in quanto indice di eventuale contaminazione.
È indispensabile eseguire una corretta ed accurata disinfezione della cute del paziente utilizzando un tamponcino di cotone imbevuto di disinfettante idoneo (ad es. clorexidina al 2% in alcool isopropilico al 70%, alcool isopropilico al 70%, tintura di iodio, etc.); utilizzare per ogni ciclo di disinfezione tamponcini (o ovatta) nuovi.

Conservazione del materiale d’uso
SISTEMA DI PRELIEVO CON CAMPANA PER PRELIEVI SOTTOVUOTO: a temperaturaambiente fino alla data di scadenza.
FLACONI BacT/ALERT SA (tappo blu, per aerobi) E BacT/ALERT SN (tappo rosso, per anaerobi): a temperatura ambiente fino alla data di scadenza.

Preparazione dei flaconi

Prima di manipolare i flaconi di coltura gli operatori sanitari devono lavarsi le mani con acqua e sapone/detergente, risciacquarsi ed asciugarsi accuratamente e poi indossare guanti puliti ed integri (anche non sterili).
Apporre al flacone di coltura l’etichetta recante i dati identificativi del paziente, avendo cura di non coprire i codici a barre del flacone e di non rimuovere l’etichetta barcode adesiva presente sul flacone.
Rimuovere la chiusura di plastica del flacone di coltura e disinfettare la membrana di gomma del tappo di chiusura utilizzando un tamponcino di cotone imbevuto di disinfettante idoneo (ad es. clorexidina al 2% in alcool isopropilico al 70%, alcool isopropilico al 70%, tintura di iodio, etc.); utilizzare per ogni flacone tamponcini (o ovatta) nuovi.
Fare asciugare la membrana di gomma per consentire una disinfezione totale.

Inoculo con prelievo diretto

Attenzione! Se si utilizza più di un tipo di flacone BacT/ALERT inoculare per primo il flacone di coltura aerobio ed in seguito quello anaerobio (per evitare che l’eventuale ossigeno presente nel tubicino dell’ago a farfalla venga trasferito nel flacone anaerobio).
Poiché sono presenti additivi chimici nel flacone di coltura, evitare assolutamente che il suo contenuto tocchi il tappo o l’estremità dell’ago durante il prelievo (se contaminato, la pressione positiva del gas al suo interno potrebbe causare il reflusso nella vena del paziente).

Prelievo e conservazione dei campioni

Il prelievo dovrebbe essere eseguito da personale specializzato, in ambiente idoneo e secondo la seguente procedura:

Eseguire il prelievo di sangue venoso secondo le modalità operative indicate nell’istruzione IT701 (vedi paragrafo 3.2)
Quando il sangue inizia a defluire nel tubicino dell’ago a farfalla, posizionare il cappuccio adattore (campana) sul flacone e spingerlo verso il basso in modo da perforare la membrana del flacone; collocare il flacone al di sotto del braccio del paziente, con il tappo rivolto verso l’alto. Per ottenere un ottimale riempimento del flacone di coltura (fino a circa 10 mL di sangue venoso per i pazienti adulti e fino a circa 5 mL di sangue venoso per quelli pediatrici) tenerlo in posizione verticale, verificando il volume di sangue introdotto per mezzo delle linee di riferimento da 5 mL riportate sull’etichetta del flacone stesso.
Inviare rapidamente in laboratorio i flaconi di coltura inoculati e collocarli nel sistema BacT/ALERT il più presto possibile dopo il prelievo (nel caso si ritardasse il loro inserimento nel sistema analitico è preferibile conservarli a temperatura ambiente).

Inoculo con prelievo mediante siringa

Attenzione! Se si utilizza più di un tipo di flacone BacT/ALERT inoculare per primo il flacone di coltura anaerobio ed in seguito quello aerobio (per evitare che l’eventualeossigeno presente nella siringa venga trasferito nel flacone anaerobio).


Prelievo e conservazione dei campioni

Il prelievo dovrebbe essere eseguito da personale specializzato, in ambiente idoneo e secondo la seguente procedura:

Eseguire il prelievo di sangue venoso secondo le modalità operative indicate nell’istruzione IT701 (vedi paragrafo 3.2)
Trasferire il campione così raccolto nel flacone di coltura, perforandone il tappo di gomma con l’ago applicato alla stessa siringa con cui si è effettuato il prelievo. Per ottenere un ottimale riempimento del flacone di coltura (fino a circa 10 mL di sangue venoso per i pazienti adulti e fino a circa 5 mL di sangue venoso per quelli pediatrici) tenerlo in posizione verticale, verificando il volume di sangue introdotto per mezzo delle linee di riferimento da 5 mL riportate sull’etichetta del flacone stesso.
Inviare rapidamente in laboratorio i flaconi di coltura inoculati e collocarli nel sistema BacT/ALERT il più presto possibile dopo il prelievo (nel caso si ritardasse il loro inserimento nel sistema analitico è preferibile conservarli a temperatura ambiente).

CONTATTACI PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI